• Lost Horizon. Un’intervista con Antony Gormley giugno 21, 2017

      Co-ordinate è la nuova mostra personale di Antony Gormley presso Galleria Continua. Il titolo si riferisce a una riflessione sulla scultura intesa come luogo più che come oggetto – in relazione dialettica alla recente esposizione dell’artista inglese al Forte Belvedere di Firenze, dove l’insieme di sculture si concentrava sulla presenza corporea e sulla sua misura concreta. Oltre un vasto corpus di opere nei vari ambienti, al centro della galleria, nella platea dell’ex cinema, Gormley presenta ...

    Continua a leggere
  • Hermann Nitsch | O.M.T. colore dal rito aprile 20, 2017

    Degli artisti riferibili al Wiener Aktionismus (Günter Brus, Otto Mühl, Rudolf Schwarzkogler) Hermann Nitsch (Vienna, 1938) compie il percorso più longevo, restando tuttora accese nella sua ricerca le criticità di proposizione e di ricezione. Risale già al periodo 1957-1960 la sua fascinazione per un’opera d’arte totale – Gesamtkunstwerk, secondo la tradizione romantica tedesca – da cui conseguirono le pratiche del Teatro delle Orge e dei Misteri, col fine della catarsi nell’accezione dell’originale greco: azioni drammaturgiche ispirate ai Misteri ...

    Continua a leggere
  • Bill Viola e il Rinascimento elettronico a Palazzo Strozzi aprile 14, 2017

    C’è un andamento nelle opere di Bill Viola che oltre il valore biografico, di ricerca, stimola all’esterno un effetto di profonda immedesimazione. Uomini e donne in cammino, fluidi in caduta, successione emotiva. Una sua mostra, ogni singola installazione, richiede l’immedesimazione in un tempo espanso: non il conto del minutaggio ma un abbandono fino a sentire la coincidenza tra il nostro stare lì e la durata delle azioni registrate. Avviene anche nella spazialità quando per lo stato dell’inquadratura o ...

    Continua a leggere
  • Camminare l’orizzonte. Frontiera. Dust Space, Milano aprile 10, 2017

    CAMMINARE L’ORIZZONTE. FRONTIERA Ermanno Cristini in naufragio con: Ilaria Bombelli, Giovanna Caliari, Ronny Faber Dahl, Al Fadhil, Giulio Lacchini, Wu Tianji, Bao Ting, Virginia Zanetti Contributo di testo di Matteo Innocenti Opening martedi 18 aprile ore 18 DUST SPACE, Milano ingresso lato cortile via Comasina 81 angolo via Teano 2 18 – ...

    Continua a leggere
  • Pecci School marzo 31, 2017

    Pecci School 2016/17 XX° incontro – Cai Guo-Qiang e il crollo delle frontiere nell’arte Lezione di Matteo Innocenti Pecci School è un programma di lezioni dal respiro multidisciplinare: oltre quaranta incontri dedicati ai più importanti protagonisti del Novecento e della contemporaneità, dalla storia all’arte, dalla musica al cinema passando per il teatro. Uno strumento semplice e sintetico per chi aspiri a strutturare meglio le sue conoscenze, per chi voglia ripassare ...

    Continua a leggere
  • Versus. Il dibattito fra tradizione e attualità marzo 31, 2017

    In che modo l’arte modifica la società? Come entra in relazione con il nostro tempo? Quale peso hanno l’eredità della tradizione e le emergenze dell’attualità nel determinare gli sviluppi della cultura contemporanea? Alice Zannoni e Matteo Innocenti sono i protagonisti della settima puntata di “Versus”. La consapevolezza di vivere in un’epoca storica di passaggio, in una fase di trasformazione radicale e dolorosa, è ampiamente condivisa. Non sembra però essere accompagnata dall’idea che la ricostruzione di uno ...

    Continua a leggere
  • José Yaque — Alluvione d’Arno marzo 31, 2017

    Know-how/Show-how una geografica di relazioni per Sistemi di visione / Sistemi di realtà è un progetto distribuito tra più annualità che pone a centro tematico e operativo la messa in rapporto tra artisti di provenienza internazionale e le qualità sociali, politiche, economiche di un preciso territorio – la zona toscana del Valdarno inferiore che si sviluppa dalle propaggini di Firenze e per gran parte in Pisa. Per l’inizio del 2017 il giovane artista cubano José Yaque – tra ...

    Continua a leggere
  • A Cielo Aperto — Intervista con Bianco-Valente e Pasquale Campanella febbraio 3, 2017

    Nel 2005 in un piccolo borgo della Basilicata, Latronico, nasce un’associazione culturale in memoria di Vincenzo De Luca, pittore originario del luogo e scomparso prematuramente. Con naturalezza ma a ritmo sostenuto un progetto annuale di residenza d’artista, promosso in modo autonomo dai soci, viene sviluppandosi e definendosi con sempre maggiore ampiezza; attraverso l’integrazione dei vari apporti e la curatela di Bianco-Valente e Pasquale Campanella A Cielo Aperto assume una sua forma caratteristica: elementi centrali sono lo sguardo sull’identità ...

    Continua a leggere