Louis-Ferdinand Céline (Dott.Destouches)

Ruzzolar di parole giù
in discesa che s’inseguono
o meglio
parola mangia parola
nel cannibalismo del linguaggio…

…la terribile tosse
del dottor Destouches
insistente
come una sessione jazz
scomposta a orbitare
nella gola

era farsi di scrittura
già disfatta nell’oblio
come un suono
e nient’altro,
né più né meno di tre
puntini d’inchiostro

sul mondo intero
un nero sapore di miseria
umana.