• Accesso Obliquo – Walkabout #02 | A Place to Be – LATO Marzo 10, 2019

    Da un pensiero di Ermanno Cristini, Matteo Innocenti, Luca Scarabelli Aurelio Andrighetto, Simona Barbera, Tiziano Campi, Umberto Cavenago, Ermanno Cristini, Hannes Egger, Ronny Faber Dahl, Pierluigi Fresia, Armida Gandini, Giancarlo Norese, Luca Scarabelli, Olivia Vighi Accesso Obliquo nasce dall’incontro di due progetti, Walkabout e A Place to Be con un luogo, LATO, a Prato. Il collante è lo spazio, non quale contenitore ma in termini di identità; un tema questo che costituisce l’elemento portante del progetto A Place ...

    Continua a leggere
  • La responsabilità dei cieli e delle altezze – Pantani-Surace -Riss(e) / A Place to Be Febbraio 11, 2019

    RISS(E) – A PLACE TO BELA RESPONSABILITÀ DEI CIELI E DELLE ALTEZZEPANTANI-SURACE a cura di Matteo Innocenti24 Febbraio – 31 Marzo 2019Risse(e), viale San Pedrino 4, Varese Il progetto espositivo e di ricerca A Place to Be prosegue con La responsabilità dei cieli e delle altezze, mostra di Pantani-Surace, a cura di Matteo Innocenti, in dialogo con lo spazio riss(e) di Ermanno Cristini. La responsabilità dei cieli e ...

    Continua a leggere
  • La Sovversione dell’oggetto: intervista con Artext Ottobre 31, 2017

    LATO / MOO LA SOVVERSIONE DELL’OGGETTO Albien Alushaj, Andisheh Bagherzadeh, Francesca Catastini, Devid Ciampalini, Golnar Dashti, Maria M. G. Deval, Arbër Elezi, Dania Menafra, Moallaseconda, Matias Reyes, Baldassarre Ruspoli, Studio Lievito. a cura di Matteo Innocenti   Artext – Quale l’intento di questa doppia esposizione che ha come titolo – La sovversione dell’oggetto? Matteo Innocenti – Oltre l’occasione contingente che ha portato a una definizione formale – ...

    Continua a leggere
  • La Sovversione dell’oggetto | MOO – LATO | 14-20 ottobre 2017 Ottobre 19, 2017

      LA SOVVERSIONE DELL’OGGETTO SABATO 14 OTTOBRE, 2017 | MOO ORE 19.00 DEVID CIAMPALINI | MOALLASECONDA | BALDASSARRE RUSPOLI VENERDÌ 20 OTTOBRE, 2017 | LATO ORE 19.00 ALBIEN ALUSHAJ | ANDISHEH BAGHERZADEH | FRANCESCA CATASTINI | GOLNAR DASHTI | ARBËR ELEZI | MARIA M. G. DEVAL | DANIA MENAFRA | MATIAS REYES | STUDIO LIEVITO a cura di MATTEO INNOCENTI Gli spazi LATO e MOO presentano un progetto collettivo sul rapporto tra l’opera d’arte e ...

    Continua a leggere
  • Stealing | Kinkaleri – Unitè d’Habitation (Platform) | Paolo Parisi Ottobre 31, 2016

    KINKALERI STEALING con Marco Mazzoni venerdì 28 ottobre h.19:00 LATO | Piazza S. Marco 13 – Prato Non è che il passato getti la sua luce sul presente o il presente la sua luce sul passato, ma immagine è ciò in cui quel che è stato si unisce fulmineamente con l’ora in una costellazione. Walter Benjamin Il secondo appuntamento del programma di Unitè d’Habitation (Platform) di Paolo Parisi è Kinkaleri ...

    Continua a leggere
  • A Place to be | Unité d’habitation (Platform) | Paolo Parisi Ottobre 22, 2016

    I tentativi verso una prossimità tra la dimensione artistica, che di per sé è sempre rappresentativa di qualcosa di ulteriore, e la prassi aderente alle funzioni che viene svolta nel quotidiano, assumono un certo grado di concretezza quando vengono declinati a un’idea delimitata di utilità, come avvenuto con carattere programmatico soprattutto nella produzione industriale e nell’architettura, volendosi riferire a una eredità culturale non troppo lontana, durante quel modernismo che dà i primi segni al principio del novecento. Discorso ...

    Continua a leggere
  • A Place to be | Su cosa s’impernia? | Fabio cresci Giugno 17, 2016

          “Che, poi, essa non tenda a realizzare qualcosa, risulta chiaramente anche dalle affermazioni di coloro che per primi hanno coltivato filosofia. Infatti gli uomini hanno cominciato a filosofare, ora come in origine, a causa della meraviglia.” Notoriamente Aristotele nella serie di trattati della Metafisica ha fatto dipendere l’origine della filosofia dalla meraviglia, che nel termine greco è Thauma: non un generico stupore, ma l’attitudine a provare interesse e preoccupazione per l’esistente, alla ricerca di quei fondamenti che restano oltre ...

    Continua a leggere
  • A Place to be | Future in my mind | Enrico Vezzi Aprile 24, 2016

    In Future in my mind, hanno concorso vari elementi seguendo una processualità costante; intuizioni, scoperte, casualità, scambi, riferimenti, idee a gravitare lungo un’orbita non prestabilita fino a che, al momento definito, tutto ha assunto una forma che si è avvertita come giusta: in riferimento al ciclo a cui appartiene e che essa stessa ...

    Continua a leggere
  • A PLACE TO BE | LATO 2016 Marzo 12, 2016

    a cura di | edited by Matteo Innocenti in collaborazione con | in collaboration with Luca Gambacorti   In prospettiva differente potremmo provare a compilare una storia dell’arte come storia dei luoghi. Ogni opera ha necessitato di uno spazio – spazio di creazione e spazio di osservazione; la dimensione di accoglimento non è soltanto testimone di un artista ...

    Continua a leggere
  • Zwischenraum – Riccardo Lanciotto Magris Luglio 5, 2015

      a cura di Matteo Innocenti Che cosa è e può essere, ora, una mostra? Quasi più la consideriamo nella sua potenzialità di interrogativo – o di rischio. Questa mostra di Riccardo Lanciotto Magris, che si può anche definire un evento, uno show, invece il rischio se lo assume in pieno.  Il titolo è Zwischenraum (interstizio, con richiamo al traum/sogno del tedesco): stratificazione di immagini, corpi, oggetti per ricreare una situazione totale, in cui arte e vita vengono a coincidere. Così nella trasfigurazione dello spazio espositivo, ...

    Continua a leggere
  • Distances – Prato Aprile 22, 2015

    Distances un progetto di scambio tra Prato e Parigi residenze/esposizioni/pubblicazione Emanuele Becheri – IT / Jessica Boubetra – FR / David Casini – IT / T-Yong Chung – KR / Serena Fineschi – IT / Muriel Joya – FR / Giovanni Kronenberg – IT / Marco Andrea Magni – IT / Audrey Martin – FR / Pia Rondé – FR / Fabien Saleil – FR / Enrico Vezzi – IT / Virginia Zanetti – IT / LATO | Piazza San Marco 13 ...

    Continua a leggere
  • Distances. Prato e Parigi. ATPDiary Aprile 21, 2015

    Il progetto – sostenuto e ospitato da LATO di Prato e dalla Galerie See Studio di Parigi – vede la messa a confronto delle esperienze artistiche di alcuni artisti francesi con quelle di alcuni italiani. Alla prima tappa di Prato, seguirà il 18 aprile 2015, una seconda mostra a Parigi nella sede della Galerie See Studio. ATPdiary ha posto alcune domande a Matteo Innocenti per capire come si è sviluppato il progetto che comprende oltre alle due mostre anche altre attività. ATP: ...

    Continua a leggere