Le Opere e i Giorni – ventennale LABA

Il progetto espositivo Le opere e i giorni celebra il ventennale LABA Firenze attraverso una serie di opere particolarmente meritorie, realizzate negli anni dagli studenti nell’ambito delle arti visive – pittura, fotografia, design, graphic design e fashion design.
Si tratta al contempo di un’occasione necessaria per fare il punto su un percorso di costante crescita e affinamento nell’alta formazione artistica, e di una mostra autonoma che intende riflettere su alcuni aspetti di quel grande tema che è il “fare arte”.
Cosa significa per la società contemporanea l’arte? Che ruolo hanno l’arte e gli artisti nel nostro presente? Qual è l’importanza della creazione e dell’espressione estetica? Certamente queste come molte altre domande correlate non hanno una soluzione univoca, perché in fondo una sola risposta non esiste; la presenza dell’arte muta nel tempo e nello spazio in modo continuo, come una forza fondamentale e inarrestabile, capace di manifestarsi sempre in forme differenti. In tale spettro inesauribile di possibilità abbiamo scelto di concentrarci soprattutto su un aspetto, un trait d’union in grado di creare un certo andamento nella varietà delle opere esposte. È appunto quanto suggerisce il titolo: le opere e i giorni come lavoro artistico costante. Non l’ideale – affascinante ma storicamente poco realistico – della creazione quale derivazione immediata di un’intuizione, di uno slancio istantaneo e subito esaurito, ma lo studio, la preparazione, i tentativi, l’impegno che l’opera d’arte richiede per nascere.
Fare arte significa coltivarla nella propria vita, lungo il suo intero corso; la formazione accademica è importante poiché ne rappresenta l’avvio, il resto consiste nella pratica costante che ogni artista conduce nella quotidianità. Quotidianità a sua volta significa che l’arte contiene in sé e riflette, in maniera più o meno esplicita, ciò che l’autore attraversa giorno dopo giorno, eventi, emozioni, conoscenze, memorie, speranze, immaginazioni. Il che assume una rilevanza ulteriore se pensiamo all’eccezionalità drammatica del periodo pandemico che abbiamo vissuto e che stiamo ancora vivendo – indubbio che le nostre abitudini di vita, le nostre azioni e riflessioni si siano modificate.
Le opere qui presentate, realizzate nel corso degli anni da chi allora era studente e oggi è artista o professionista creativo, sono una testimonianza viva e presente di un percorso che ci riguarda.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.