Interviste
  • I soffiatori di virgole. In dialogo con Pantani-Surace 27 Novembre, 2019

    Matteo Innocenti – Lia, Giovanni, vorrei iniziare l’intervista da un’installazione che, accade spesso nella vostra ricerca, avete declinato in modi diversi nel corso del tempo; poiché considero questa modalità rappresentativa e densa di significati: è come mostrare un’immagine per ogni volta rinnovarla, sapendo che la sua forza non si esaurisce ma anzi si accresce al cambiare delle situazioni/occasioni.Voglio sentire il rumore di tutte le cose, descrivendola in sintesi, è un lampadario di stile classico con cristalli a goccia, acceso; ...

    Continua a leggere
  • Tra le righe. In dialogo con Fabio Cresci 29 Marzo, 2019

    Fabio Cresci, La pulizia dei vetri, 2016 , materiali vari, dimensioni variabili, Lato, Prato Matteo Innocenti, 31 luglio 2018 Caro Fabio, vorrei iniziare questo dialogo risalendo alla prima fase del tuo lavoro, che è stata pittorica. Ricordo che mi hai mostrato in diapositiva, tra altri, un grande dipinto, credo dei primi anni Ottanta. A una sua osservazione attenta, nella parte in in ...

    Continua a leggere
  • Distances. Prato e Parigi. ATPDiary 21 Aprile, 2015

    Il progetto – sostenuto e ospitato da LATO di Prato e dalla Galerie See Studio di Parigi – vede la messa a confronto delle esperienze artistiche di alcuni artisti francesi con quelle di alcuni italiani. Alla prima tappa di Prato, seguirà il 18 aprile 2015, una seconda mostra a Parigi nella sede della Galerie See Studio. ATPdiary ha posto alcune domande a Matteo Innocenti per capire come si è sviluppato il progetto che comprende oltre alle due mostre anche altre attività. ATP: ...

    Continua a leggere
  • Sull’orlo dell’abisso: dialogo con Franco Rella – II° parte 17 Ottobre, 2012

    Cinque prospettive estreme. La sintesi di un pensiero che avvicina la conoscenza e l’arte, con gli aspetti più pericolosi della realtà.  Ne abbiamo discusso in un’intervista-dialogo, con uno dei massimi filosofi contemporanei: Franco Rella. Il racconto del nulla Franz Kafka. Il protagonista K – costante abbreviazione/proiezione dell’autore – vive e immagina un mondo fatto d’inconsistenza. Cammina lungo una strada innevata per raggiungere il Castello, sede di un potere assoluto, ma ad ogni ...

    Continua a leggere
  • Sull’orlo dell’abisso: dialogo con Franco Rella – I° parte 17 Ottobre, 2012

    Cinque prospettive estreme. La sintesi di un pensiero che avvicina la conoscenza e l’arte, con gli aspetti più pericolosi della realtà.  Ne abbiamo discusso in un’intervista-dialogo, con uno dei massimi filosofi contemporanei: Franco Rella. Ridere tragicamente Friedrich Nietzsche. Il grande ‘iniziatore’ del novecento, ovvero la radice da cui germoglia la nostra attualità. Pars destruens per eccellenza, il filosofo ha demolito a colpi di martello il mastodontico edificio del pensiero occidentale, negando Dio e con esso ogni metafisica. Eppure Nietzsche non ...

    Continua a leggere
  • Italo Tomassoni: Gino De Dominicis l’Immortale 17 Ottobre, 2012

    L’eternità dell’arte, l’antichità Sumera, le soluzioni di immortalità. Una vita giocata per assenze. Il critico Italo Tomassoni traccia il ritratto, per certi versi impossibile, di un’artista scomparso da qualche anno, ma da sempre inafferrabile: Gino De Dominicis.   De Dominicis resta ad oggi, uno degli artisti italiani più misteriosi… In effetti è molto difficile fare un discorso su Gino de Dominicis; dato il carattere auto-refereziale, completamente chiuso in sé ...

    Continua a leggere
  • Jannis Kounellis: il fascino della materia 17 Ottobre, 2012

    Jannis kounellis (Pireo, 1936), greco di origine ma italiano di appartenenza, esponente primario dell’arte povera e tra i “grandi” della scena contemporanea. Carbone, legno, juta, pietre…con il trascorrere dei decenni l’artista presenta installazioni sempre più ampie, per arrivare infine ad ambienti “totali” carichi di fascino e di mistero: situazioni in grado di trasmettere, per via empatica, delle intuizioni poetiche sullo spazio, sulla memoria e sulla vita.   ...

    Continua a leggere
  • Vanessa Beecroft: quando la modella è statuaria 2 Ottobre, 2012

    Controversa, celeberrima, fra le (poche) artiste italiane note e rinomate nel mondo. È Vanessa Beecroft. L’abbiamo incontrata nel giorno della “sua” performance alla Biennale di Carrara… Iniziamo dal presente: quali sono i tuoi progetti? Per il futuro sto lavorando a un’importante opera che si concretizzerà nel corso del 2011, a New York. Invece l’ultima performance realizzata, VB66, si è svolta al mercato ittico di Napoli: la ritengo importante perché, oltre ai corpi di un gruppo di ragazze interamente dipinte di nero, ho ...

    Continua a leggere